In base alla normativa italiana, gli ingressi dall’Austria sono consentiti senza necessità di motivazione.

INGRESSO/RIENTRO in Italia dall’Austria (senza soggiorni o transiti in altri paesi nei 14 giorni precedenti)


A) Persone CON certificazione valida di VACCINAZIONE oppure GUARIGIONE

  •  Obbligo di compilazione di un formulario on-line di localizzazione (denominato anche Passenger Locator Form digitali (dPLF). Il formulario compilato dovrà essere esibito a chiunque deputato ai controlli.
  • Obbligo di presentazione della Certificazione Verde Covid-19, da cui risulti, alternativamente:
  • avvenuta vaccinazione anti-SARS-CoV-2, con attestazione del completamento del prescritto ciclo vaccinale (negli ultimi nove mesi) oppure del richiamo (c.d. “booster”);
  • avvenuta guarigione da COVID-19 (la validità del certificato è pari a 6 mesi dalla guarigione);
  • Obbligo di effettuazione di un tampone antigenico (effettuato nelle 24 ore antecedenti l’ingresso) o molecolare (effettuato nelle 48 ore antecedenti l’ingresso) con esito negativo al virus SARS-CoV-2. I minori al di sotto dei sei 6 anni sono esentati dall’effettuare il tampone pre-partenza.

B) Persone SENZA certificazione valida di VACCINAZIONE oppure GUARIGIONE

  • Obbligo di compilazione di un formulario on-line di localizzazione, denominato anche Passenger Locator Form digitali (dPLF). Il formulario compilato dovrà essere esibito a chiunque deputato ai controlli.
  • Obbligo di effettuazione di un tampone antigenico (effettuato nelle 24 ore antecedenti l’ingresso) o molecolare (effettuato nelle 48 ore antecedenti l’ingresso) con esito negativo al virus SARS-CoV-2. I minori al di sotto sei 6 anni sono esentati dall’effettuare il tampone pre-partenza.
  • Obbligo di sottoporsi all’isolamento fiduciario per un periodo di 5 giorni, al termine del quale deve essere effettuato un ulteriore tampone.

 
I bambini al di sotto dei sei (6) anni di età sono esentati dall’effettuazione del test molecolare o antigenico, ma non dall’obbligo dell’isolamento, qualora specificamente previsto. Sono esentati anche dall’isolamento fiduciario nel caso in cui il genitore accompagnatore con cui viaggiano non ha questo obbligo perché in possesso di Certificazione verde da vaccinazione o da guarigione valida.

Tutti i minori, di età maggiore o uguale a 6 anni sono tenuti a fare il tampone pre-partenza, qualora non lo facessero sono esentati dall’isolamento fiduciario nel caso in cui il genitore accompagnatore con cui viaggiano non ha questo obbligo perché in possesso di Certificazione verde da vaccinazione o da guarigione valida.


  • Sono previste deroghe a tali obblighi. Le deroghe sono riportate di seguito.

    I. ESENZIONE COMPLETA:

    Fermo restando l’obbligo di compilazione del formulario digitale di localizzazione o, se impossibilitati, dell’autocertificazione, e in assenza di sintomi compatibili con COVID-19, gli obblighi, ove previsti, di Certificazione Verde Covid, di tampone molecolare o antigenico nelle 24 o 48 ore precedenti e, ove previsto, quarantena di cinque (5) giorni con successivo tampone molecolare o antigenico non si applicano:
  • a chiunque transita, con mezzo privato, nel territorio italiano per un periodo non superiore a trentasei ore, con l’obbligo, allo scadere di detto termine, di lasciare immediatamente il territorio nazionale o, in mancanza, di iniziare il periodo di sorveglianza e di isolamento fiduciario conformemente ai commi da 1 a 5 dell’art. 51 DPCM 2 marzo 2021;
  • ai lavoratori frontalieri in ingresso e in uscita dal territorio nazionale per comprovati motivi di lavoro e per il conseguente rientro nella propria residenza, abitazione o dimora;
  • agli alunni e agli studenti per la frequenza di un corso di studi in uno Stato diverso da quello di residenza, abitazione o dimora, nel quale ritornano ogni giorno o almeno una volta la settimana;
  • a chiunque fa ingresso in Italia per un periodo non superiore alle centoventi (120) ore per comprovate esigenze di lavoro, salute o assoluta urgenza, con l’obbligo, allo scadere di detto termine, di lasciare immediatamente il territorio nazionale o, in mancanza, di iniziare il periodo di sorveglianza e di isolamento fiduciario conformemente ai commi da 1 a 5 dell’art. 51 DPCM 2 marzo 2021;
  • a chiunque rientra nel territorio nazionale a seguito di permanenza di durata non superiore a quarantotto ore in località estere situate a distanza non superiore a 60 km dal luogo di residenza, domicilio o abitazione, purché lo spostamento avvenga con mezzo
    privato. Non è necessario compilare il modulo di localizzazione del passeggero;
  • in caso di permanenza di durata non superiore alle quarantotto ore in località del territorio nazionale situate a distanza non superiore a 60 km dal luogo estero di residenza, domicilio o abitazione, purché lo spostamento avvenga con mezzo privato. Non è necessario compilare il modulo di localizzazione del passeggero.



II. ESENZIONE PARZIALE:


Obbligo di Certificazione verde Covid o tampone antigenico (effettuato nelle 24 ore precedenti l’ingresso in Italia) o molecolare (effettuato nelle 48 ore antecedenti l’arrivo in Italia) con esito negativo, ma esenzione dagli obblighi di isolamento e successivo test.

  • agli ingressi per motivi di lavoro regolati da speciali protocolli di sicurezza, approvati dalla competente autorità sanitaria;
  • agli ingressi per ragioni non differibili, previa autorizzazione del Ministero della salute;
  • al personale sanitario in ingresso in Italia per l’esercizio di qualifiche professionali sanitarie;
  • al personale di imprese ed enti aventi sede legale o secondaria in Italia per spostamenti all’estero per comprovate esigenze lavorative di durata non superiore a centoventi ore;
  • ai funzionari e agli agenti, comunque denominati, dell’Unione europea o di organizzazioni internazionali, agli agenti diplomatici, al personale amministrativo e tecnico delle missioni diplomatiche, ai funzionari e agli impiegati consolari, al personale militare, compreso quello in rientro dalle missioni internazionali, e delle Forze di Polizia, al personale del Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica e dei Vigili del fuoco nell’esercizio delle loro funzioni;
  • agli ingressi mediante voli «Covid-tested», conformemente all’ordinanza del Ministro della salute 23 novembre 2020 e successive modificazioni;
  • agli ingressi per competizioni sportive di interesse nazionale in conformità con quanto previsto 3 dall’articolo 49, comma 5 del DPCM 2 marzo 2021.